Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Amarcord

Amarcord, 15 luglio 2016. Strootman in conferenza stampa: “Io mai alla Juventus”(VIDEO)

Il centrocampista olandese, in conferenza stampa durante il ritiro di Pinzolo, ironizza sul passaggio di Miralem Pjanic alla Juventus

Il 15 giugno del 2016, 5 anni fa durante il ritiro di Pinzolo, il centrocampista olandese Kevin Strootman si presentò in conferenza stampa per parlare di diverse tematiche: ciò che disse in merito al passaggio di Miralem Pjanic alla Juventus, fu sicuramente una delle frasi più importanti pronunciate dal centrocampista durante l’incontro con la stampa.

La Juventus si sta rinforzando con Pjanic e Benatia
«Pjanic chi? La Roma deve lottare sempre per lo scudetto, ma la Juventus ha vinto il campionato cinque volte e compra grandi giocatori. Noi dobbiamo vincere le nostre partite, del resto giochiamo solo due volte contro la Juve. E’ una grande squadra ma la Roma deve lottare per lo scudetto».

Io vice Pjanic.
«Lo scorso anno ho giocato cinque partite e la squadra non l’ho aiutata, io non so se posso essere il vice di uno o di un altro, io voglio solo essere al cento per cento. Abbiamo tre capitani e basta così. Sono importante ma ancora non sono così importante».

Quanto ci vuole per riveder il vero Strootman. «Fisicamente sto bene, il ginocchio è a posto, abbiamo fatto un gran lavoro. Ma ho bisogno di giocare. Il ruolo non è un problema, in difesa, davanti a centrocampo. Ci sono tanti centrocampisti che nella passata stagione hanno fatto un gran lavoro, io voglio entrare in questo gruppo».

Se andrei alla Juve? «Io no, mai».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord