Resta in contatto

Rassegna Stampa

Shomurodov nel mirino per il reparto avanzato. E sui social spunta la foto con Mourinho (FOTO)

Shomurodov

Un nome nuovo per la Roma

Arriva dall’Uzbekistan, si é fatto apprezzare in Italia grazie alle sue prodezze con il Genoa e ha già conosciuto José Mourinho: Eldor Shomurodov è uno degli obiettivi nella lista di Tiago Pinto. Ventisei anni, seconda punta, esterno o trequartista, é un profilo ritenuto funzionale per i tre ruoli dietro la punta. All’occorrenza può fare anche il centravanti, casella che al momento é occupata da Dzeko e Borja Mayoral. La Roma considera Shomurodov un acquisto compatibile con la permanenza del bosniaco, scenario che ad oggi ha parecchie possibilità di realizzarsi vista la carenza di offerte. Se invece dal mercato dovessero scaturire prospettive diverse, allora il club giallorosso andrebbe alla ricerca di un bomber affermato. Intanto qualche contatto col Genoa c’é già stato, Pinto sa che la richiesta per il talento uzbeko é di circa 15 milioni di euro – il doppio di quanto é stato pagato dai liguri a ottobre 2020 – più una percentuale sulla futura rivendita. Non é da escludere inoltre la possibilità di impostare l’affare con un prestito con diritto/obbligo di riscatto. Difficile inserire nella trattativa Pedro, sul quale si registra un sondaggio del Genoa negli ultimi giorni. La destinazione non sembra gradita all’ «epurato» spagnolo, che si porta dietro un ingaggio pesante.

Non ci sarebbero invece problemi per la Roma ad accordarsi con Shomurodov che, come detto, ha avuto modo di incontrare Mourinho a febbraio del 2019. Un appuntamento organizzato dall’agente dell’attaccante, in contatto con lo Special One sin dai tempi del Chelsea. Qualora arrivasse una chiamata da Roma, insomma, l’uzbeko non avrebbe dubbi. Interrogato sul futuro qualche giorno fa, ha detto: «Sinceramente non so nulla sull’interesse della Roma. La Juve mi vuole? Fa piacere, non sarebbe male fare li il prossimo passo della carriera. Intanto sarei soddisfatto se quest’anno segnassi 10 gol».Nel passato campionato si é fermato a 8 reti e si é imposto col passare dei mesi. In tutto ha collezionato 31 presenze in campionato, di cui solo 16 da titolare. Lo scrive “Il Tempo”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa