Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Mourinho: “Dobbiamo vincere, il gruppo è unito. Domani gioca Smalling”

Josè Mourinho, dopo la conferenza stampa, ha rilasciato qualche dichiarazione anche ai microfoni di Sky Sport

Josè Mourinho, dopo la conferenza stampa, ha parlato della gara di domani anche ai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue parole all’emittente satellitare:

Queste tre squadre racchiuse in 3 punti vi obbligato a non concedere passi falsi.
“Se vinciamo siamo matematicamente qualificati, se perdiamo penso che siamo fuori. Dobbiamo giocare con questo senso di partita decisiva. Abbiamo fatto un punto in due partite col Bodo. Siamo in una situazione ancora di vantaggio con lo Zorya. Dobbiamo giocare con senso di responsabilità e anche di pressione, che per me è positiva e mi piace questo tipo di pressione. Non sono preoccupare che i giocatori sono rilassati, non si può esserlo quando si gioca una partita decisiva. La Roma è superiore ma domani si decide tutto, dobbiamo vincere“.

Si sta battendo per costruire una mentalità vincente. Che posto occupa in questo senso l’immagine del gruppo che festeggia insieme dopo la vittoria di Genova, compreso chi non ha giocato come Zaniolo?
Fa piacere, significa che il gruppo è unito. Ne abbiamo parlato nel momento più dolce della stagione, nei momenti di difficoltà la squadra deve stare unita. Non eravamo in crisi di gioco, ho visto e rivisto la partita di Venezia e non ho visto crisi di gioco ma di risultato. A Genova sentivamo la pressione e la responsabilità di vincere, la squadra è stata unita. Mi è piaciuto molto vedere che un giocatore in panchina e a fare riscaldamento ha sentito quel momento lì”.

Smalling è stato fuori due mesi. È pronto per dare il suo apporto alla difesa?
Sì. A Genova magari sarebbe stato un rischio farlo giocare per 90 minuti, è andato in panchina e nel momento in cui Kumbulla era in difficoltà era pronto a entrare per aiutare la squadra a vincere. Nei giorni successivi si è allenato, in questo momento è in condizione di iniziare la partita, domani giocherà“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra