Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Primavera

De Rossi: “Vittoria non facile, la squadra sta dimostrando maturità”

Il tecnico della Roma Primavera Alberto De Rossi ha commentato la vittoria per 2-0 contro il Cosenza in Coppa Italia

Alberto De Rossi ha parlato al termine di Roma-Cosenza, ottavi di finale di Coppa Italia. Il tecnico ha analizzato il successo per 2-0 dei giallorossi. Ecco le sue parole sul sito ufficiale dell’AS Roma:

Con pazienza il gol è arrivato. Non è stato facile vincere questa gara.

“La partita era difficile, lo sapevamo. Fin dall’inizio, prima di cominciare la partita. Il collega del Cosenza ha messo su una formazione pratica, che concedeva pochi spazi. Noi abbiamo sofferto poco, i ragazzi sono stati bravi a venirne a capo”.

La Roma meglio nella ripresa. Durante l’intervallo ha usato qualche parola particolare?

“Non ho nulla da rimproverare ai ragazzi. In campo non è facile venire a capo di una partita in cui trovi pochi spazi e in cui l’avversario è organizzatissimo, temibile anche in fase di ripartenza. La vittoria è arrivata anche con un pizzico di maturità da parte della squadra”.

Pagano, 2004, oggi è entrato e ha cambiato la partita.

“Non mi sorprende che Pagano cambi le partite. È un ragazzo che si sta completando nella formazione, ha un talento innato. Sta iniziando a correre anche indietro, oltre che davanti”.

Con la Juventus nei quarti di finale sa di finale anticipata.

“Non direi. Ci sono anche altre squadre. Tipo Napoli e Fiorentina che arriveranno in fondo e saranno protagoniste”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Primavera