Resta in contatto

Amarcord

Amarcord, 12 dicembre 1982: la Roma batte l’Inter e consolida il primo posto (VIDEO)

I giallorossi di Nils Liedholm battono 2-1 i nerazzurri e rimangono saldamente in testa alla classifica. Apre le marcature Falcao, poi il raddoppio di Iorio

Il 12 dicembre del 1982 la Roma batteva l’Inter di Marchesi 2-1. I giallorossi devono vincere assolutamente se vogliono rimanere alla guida della Serie A, ma per farlo devono battere un avversario storicamente ostico. L’Inter infatti è infatti a pochi punti dalla Roma, e una vittoria dei nerazzurri potrebbe riscrivere la storia del campionato. Gli ospiti partono bene, forti di un Muller in splendido stato di forma. Ma la Roma non si lascia intimorire, e al 34′ trova il vantaggio: punizione dalla distanza, sul punto di battuta si presenta Falcao. Il brasiliano lascia partire un tiro meraviglioso, che si insacca all’angolino basso della porta di Bordon.

Nella ripresa la Roma conduce il gioco, creando diverse occasioni e impensierendo l’Inter a ogni piè sospinto. Al 67′ arriva anche il gol del raddoppio: Conti vede lo scatto di Nela e lo serve. Il terzino mette il pallone al centro e serve Iorio, che di destro buca la mano di Bordon e mette a segno il 2-0. A nulla serve il gol dell’Inter, siglato da Altobelli all’88’. La Roma vince e consolida il primo posto, che da lì a qualche mese si tramuterà in scudetto.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord