Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mou: «Nessun grande colpo, due-tre ruoli da migliorare»

Il portoghese fa il punto della situazione in vista del mercato

È concentrato solo sul presente, Mourinho, e quindi sulla partita di stasera all’Olimpico (20.45) contro lo Spezia. In pochi mesi lo Special One si è preso la Roma e i suoi tifosi («Con Mourinho fino all’inferno», recitava uno striscione ieri fuori dai cancelli di Trigoria), e ieri ha voluto ribadire la totale sintonia con la proprietà e con la dirigenza. Dal mercato di gennaio non si aspetta grossi colpi.

«Fin dall’inizio ho capito le difficoltà, vogliamo fare qualcosa ma non un investimento pazzesco o simile a quello che si potrebbe fare in estate. Ci sono due o tre posizioni in cui abbiamo bisogno, sarà un mercato per dare un po’ più di equilibrio e in questo senso una volta di più siamo tutti e tre, proprietà direttore e allenatore sulla stessa linea, non c’è divergenza di opinione. Vediamo se con le mie idee possiamo fare qualcosa, perché ovviamente per questa seconda parte di stagione è ancora più importante». Confermata la difesa a tre, il dubbio di formazione più grande riguarda chi affiancherà in attacco Abraham. «Non mi dispiace giocare a tre, ma non mi piace che i due esterni siano due terzini. Mayoral e Tammy hanno giocato bene col Cska ma possono giocare anche Shomurodov o Felix». Lo scrive “Il Corriere della Sera”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa