Resta in contatto

Rassegna Stampa

Ragazzo colpito da infarto in curva: tutto l’Olimpico smette di tifare

Malore in curva per un giovane tifoso giallorosso

Atmosfera surreale ieri all’Olimpico per gran parte del match con lo Spezia. Qualche minuto prima della mezz’ora del primo tempo, infatti, la curva Sud al completo ha smesso di cantare ed è rimasta in silenzio, ammainando tutte le bandiere. Non un segnale di protesta contro qualcuno, ma di solidarietà per un tifoso giallorosso di 23 anni che ha avuto un malore con arresto cardiaco all’interno della curva: sono dovuti intervenire i medici per rianimarlo con il defibrillatore e poi per trasportarlo d’urgenza al Policlinico Gemelli (sull’ambulanza il ragazzo ha avuto un secondo attacco).

Dopo un conciliabolo tra i rappresentanti della tifoseria (sembra che il tifoso appartenesse ad uno dei gruppi più importanti della curva), da quel momento in poi, a parte un timido applauso quando il ragazzo ha ripreso i sensi, tutto il settore è rimasto in silenzio per il resto della partita. Alcuni tifosi sono anche usciti dalla curva, e nemmeno al momento del raddoppio di Ibanez, proprio sotto la Sud, i sostenitori giallorossi presenti in curva hanno incitato la squadra, tra lo stupore del resto dello stadio, che non era al corrente dell’accaduto. Lo scrive “Il Corriere della Sera”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa