Resta in contatto

Rassegna Stampa

Cori antisemiti e razzisti dei laziali contro i romanisti: il rapporto al Giudice Sportivo

Il Giudice Sportivo deciderà se sanzionare i tifosi della Lazio

I soliti sgradevoli cori, cantati da una cinquantina di persone, che in uno stadio praticamente deserto si percepiscono ancor più nitidamente. L’Olimpico a capienza limitata causa pandemia ospitava circa tremila tifosi della Lazio martedì scorso in occasione della partita degli ottavi di Coppa Italia contro l’Udinese.

Nel rapporto inviato al Giudice Sportivosi segnala che a un certo punto si è sentito: “Su cantiamo tutti insieme giallorosso ebreo, R-O-M-A, Roma vai a ca…“. Il coro antisemita sarebbe stato intonato per almeno due volte da un gruppo di 50 tifosi circa.

In un altro momento del match, gli 007 federali hanno trascritto il coro razzista che risale ai primi anni Duemila, proveniente sempre dalla stessa tribuna: “Emerson, Cafu, Lima, Zebina, questa Roma qua, sembra l’Africa“. E ancora in Tevere un gruppo ristretto di tifosi ha cantato: “Sei della Roma, sei della Roma, ‘na squadra di negri“, una reinterpretazione di stampo razzista de “I Watussi” di Edoardo Vianello.

Toccherà oggi al Giudice Sportivo decidere se sanzionare il comportamento dei supporter biancocelesti. Lo riporta Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa