Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

La Roma si impegna a sostenere i bambini ucraini colpiti dalla guerra

L’iniziativa benefica del club giallorosso

La Roma scende in campo a sostegno dei bambini ucraini colpiti dalla guerra: domani i calciatori giallorossi indosseranno una maglia con una patch speciale. Ecco i dettagli:

L’AS Roma si impegna a sostenere i bambini ucraini colpiti dalla guerra attraverso una serie di azioni a supporto di UNHCR.

L’Agenzia ONU per i Rifugiati ha attivato un proprio programma di protezione e assistenza per i rifugiati nelle regioni adiacenti al conflitto, dove si sono riversate già oltre un milione di persone che sono state costrette ad abbandonare le proprie case.

Il Club ha provveduto a una prima donazione di 2000 vestiti invernali per neonati e 1000 per bambini.

La squadra giallorossa, inoltre, nel match contro l’Atalanta indosserà una patch simbolica, recante il logo di UNHCR e un cuore con i colori della bandiera dell’Ucraina, per aumentare la consapevolezza sull’emergenza che stanno vivendo in questi giorni le persone vittime di uno scenario di guerra.

Le casacche indossate nella sfida di sabato 5 marzo saranno messe all’asta e il ricavato verrà interamente devoluto a UNHCR per le attività a sostegno dei minori ucraini rifugiati.

“In un momento di enorme apprensione a livello internazionale per la situazione che la popolazione civile sta affrontando in Ucraina, l’AS Roma vuole offrire il proprio supporto ai bambini che stanno subendo le conseguenze della guerra: a loro il Club rivolge un pensiero speciale, assieme a un aiuto concreto che siamo lieti di poter destinare attraverso UNHCR. A tal proposito desidero ringraziare l’Agenzia ONU per averci permesso ancora una volta di poterla affiancare nella sua opera”, ha dichiarato Pietro Berardi, CEO del Club.

La Roma aveva già indossato una maglia con la patch di UNHCR nel match di settembre contro il Sassuolo, donando il ricavato delle aste a favore delle iniziative messe in atto dall’Agenzia per i Rifugiati nei confronti popolo afghano.

“Ci teniamo a ringraziare l’AS Roma per essere costantemente accanto ai rifugiati in fuga da violenze e persecuzioni – dichiara Chiara Cardoletti rappresentante UNHCR per l’Italia, la Santa Sede e San Marino -. Purtroppo, dopo poco più di una settimana, 1 milione e 200 mila persone sono state costrette a lasciare l’Ucraina, raramente negli ultimi decenni abbiamo assistito a un esodo così rapido come questo. In maggioranza si tratta di donne e bambini, come sempre i più vulnerabili in una emergenza umanitaria. Noi siamo presenti in Ucraina e nei Paesi vicini e stiamo portando aiuti ovunque sia necessario e possibile, ma i bisogni sono enormi e serve l’aiuto di tutti: per questa ragione l’ulteriore sostegno della AS Roma è ancora più importante in queste ore drammatiche”.

UNHCR ha pubblicato una landing page dove tutti i tifosi giallorossi potranno sin d’ora inviare una donazione in favore del popolo ucraino.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News