Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

È tornata la Magica Roma: subito Abraham, poi super Zaniolo con una tripletta abbatte il Bodo

I giallorossi avanzano in Conference League. Sesta semifinale europea della storia, la terza in cinque anni

La Gazzetta dello Sport – Ieri sera soffiava tutto alle spalle della Roma: i 61.942 all’Olimpico, la storia, il ranking, il valore della rosa, il fatturato, il monte ingaggi e anche la legge dei grandi numeri. Il vento ieri sera ha portato la Roma in semifinale, interrompendo la striscia positiva del Bodo, la quale aveva raggiunto quota 38. I giallorossi ora troveranno il Leicester, noni in Premier League. Festa grande per la Roma, con Abraham che raggiunte Volk a quota 24 nella graduatoria dei marcatori giallorossi al primo anno e i giallorossi che vanno in una semifinale europea per la terza volta in cinque stagioni.

Mourinho ieri sera ha schierato la Roma modificando la formazione titolare delle ultime gare, lanciando Zaniolo dal primo minuto, mettendo Pellegrini sulla trequarti e la coppia Cristante-Mkhitaryan in mediana. Il Bodo è andato in campo con il classico 4-3-3, ma è stato solo l’ombra di quello visto nelle precedenti gare: molle sulle seconde palle, non è mai riuscito a tenere la linea difensiva, anche perché la Roma è stata aggressiva e in pressione per tutto il match. Non sorprende il vantaggio giallorosso dopo appena 5′, grazie al tap-in di Abraham, che si conferma capocannoniere della competizione.

Il Bodo sbanda, Mkhitaryan sfiora il gol in due occasioni, poi anche Pellegrini, ma il secondo gol arriva al termine di una splendida azione firmata da Cristante, Abraham, dal capitano e Zaniolo, che supera il portiere. Dopo 23′ la qualificazione è in ghiaccio, ma la Roma non si ferma: Zalewski libera Zaniolo che segna il gol del 3-0, risultato sul quale si va al riposo. Appena inizia il secondo tempo, dopo appena 4′, arriva il gol del 4-0, segnato ancora dal numero 22, pescato da un monumentale Cristante. La girandola dei cambi della Roma placa la furia agonistica dei giallorossi: escono Zaniolo, Abraham e Pellegrini acciaccati. È la sesta semifinale europea per la Roma: solo Juventus, Milan, Inter e Fiorentina hanno fatto meglio.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa