Resta in contatto

Roma Primavera

Roma-Fiorentina 4-1: poker giallorosso ai viola

La squadra di Alberto De Rossi, già qualificata ai playoff, ospita la Fiorentina

Ultima giornata di regular season del Campionato Primavera. La Roma oggi ospita la Fiorentina di Aquilani per vendicarsi anche dell’eliminazione dalla Coppa Italia. Mister De Rossi non avrà Volpato squalificato e impegnato anche con la prima squadra.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

AS ROMA (3-4-1-2) : Mastrantonio; Feratovič, Vicario, Rocchetti, Louakima, Di Bartolo, Pagano, Oliveras, Cassano, Satriano, Cherubini.
A disp.: Baldi, Mengucci, Missori, Bianchino, Verrengia, Padula, Chesti, Vetkal, D’Alessio, Falasca, D’Alessio F., Costa.
All.: De Rossi.

ACF FIORENTINA: Fogli; Frison, Frison, Corradini, Di Stefano, Capasso, Biagetti, Toci, Amatucci, Bigozzi, Krastev, Lucchesi
A disp.: Dainelli, Larsen, Egharevba, Romani, David, Neri, Koffi, Macchi, Seck, Sene.
All.: Aquilani.

Arbitro: Sig. Filippo Giaccaglia di Jesi.
Assistente 1: Sig. Amedeo Fine di Battipaglia.
Assistente 2: Sig. Paolo Cipolletta di Avellino.

 

LIVE

66′ – POKER ROMA. A segno ancora Cassano. 4-1

37′ – TRIS DELLA ROMA. Cherubini per il doppio vantaggio giallorosso

22′ – GOOOOL ROMA. Pagano è glaciale dal dischetto e spiazza Fogli per il 2-1 giallorosso

19′ – GOOOOL ROMA. Il tocco sotto di Satriano si infrange sul palo, ma sulla respinta Cassano è pronto a ribadire in rete

9′- GOL FIORENTINA. Toci serve nel cuore dell’area Capasso, che fulmina Mastrantonio e firma il vantaggio ospite.

1′ – Fischio d’inizio

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Primavera