Resta in contatto

Amarcord

Amarcord, 19 maggio 1998: la Roma travolge l’Iran per 7-1 (FOTO)

I giallorossi travolgono la nazionale iraniana

La Roma chiude al 4° la sua stagione 97-98. Con Zeman in panchina, la squadra capitolina ritrova entusiasmo, bel gioco e anche risultati. Molti degli elementi delle varie squadre italiane vengono convocati dalle rispetti nazionali per prendere parte alla Coppa del Mondo, edizione che si giocherà in Francia. Seppur molto rimaneggiata, la Roma di Zeman deve però rimandare le proprie vacanze, poiché impegnata in 3 amichevoli.

La prima con l’Iran: un massacro calcistico che costa il posto al ct iraniano a pochi giorni dall’inizio del Mondiale: al suo posto Talebi. La Roma di Zeman, invece, affronterà altre due amichevoli in programma. La prima sfida li porta in Abruzzo per sfidare l’Aquila, formazione fresca di promozione in C2. E’ una sorta di festa per la squadra locale. Ne esce fuori una partita piuttosto a senso unico, vinta dai giallorossi per 5-1.

Nell’ultima gara, gli uomini di Zeman, ormai stanchi e con soli 2 giorni di riposo, affrontano il Rieti in trasferta, andando sotto nel punteggio ma riuscendo ad avere la meglio per 2-1 grazie alla doppietta di Gautieri, vero bomber del finale di stagione.

TABELLINO

ROMA: Chimenti, Pivotto, Petruzzi  (71′ Cesar Gomez), Zago, Dal Moro, Tetradze (46′ Tommasi), Helguera, Di Francesco (71′ Servidei), Gautieri, Delvecchio, Totti (63′ Paulo Sergio).
A disposizione: Ficarra, Cafu, Aldair
All.: Zeman

IRAN: Nikassa (46′ Broumand), Zarrinchec (46′ Nader), Khakpour (46′ Shahroudi), Pasahazadeh, Peyravani, Mahdavikia, Dinmohammadi (67′ Sator), Estili, Minavand, Mansourian (Mohammadkhani), Daei.
A disposizione: Falahatzadeh, Ostad Asadi, Seraj, Latifi, Majidi.
All.: Ivic

MARCATORI: 9′ Totti, 20′ Gautieri, 24′ Daei (rig.), 35′ Totti, 37′ Gautieri, 43′ Gautieri, 57′ Gautieri, 73′ Paulo Sergio

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord