Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Missione Champions: Senesi, Douglas Luiz e i gol di Guedes, Mourinho e la Roma ora puntano in alto

Per il salto di qualità servono nomi importanti: la Roma di Mourinho si muove sul mercato

Se il passo quest’anno è stato tornare in Europa League, il prossimo deve essere la Champions. Lo vuole la società e soprattutto Mourinho. La Roma sta già lavorando da un po’ su alcuni giocatori, per rinforzare una rosa che se è vero che ha vinto, è anche vero che ha mostrato dei limiti. Come confermato dai Friedkin anche al premier albanese Rama, in questi giorni. “Stiamo sistemando i conti e vogliamo acquistare grandi giocatori, di profilo internazionale“, le parole dei proprietari giallorossi. E al netto del ritorno di Spinazzola (il primo vero acquisto per il prossimo anno), dal mercato estivo arriverà almeno una pedina nuova per reparto.

A cominciare dalla difesa, dove gli occhi sono sempre fissi su Marcos Senesi, il centrale argentino del Feyenoord che anche a Tirana ha dimostrato le sue qualità: bravo in impostazione, di piede mancino, profilo di cui Mou va a caccia.

Poi in mezzo Douglas Luiz, in pole tra i possibili centrocampisti, con il contratto in scadenza tra un anno (all’Aston Villa è arrivato Kamara dal Marsiglia). Il brasiliano costa, circa 30 milioni di euro, ma ha 24 anni e prospettive future.

Nel borsino giallorosso è avanti a Xhaka (Arsenal) o Xeka del Lille, che ha il vantaggio di svincolarsi a luglio. Ma in mezzo piacciono anche Matic, con cui Mou ha un rapporto speciale e che può arrivare a parametro zero, e Maxime Lopez, che però ha struttura fisica non eccelsa.

Davanti, invece, molto dipenderà dalle situazioni di Zaniolo e Mkhitaryan. Di certo c’è che resta forte l’interesse per il portoghese Guedes del Valencia, uno che sa saltare l’uomo con una discreta facilità e ha la capacità di creare spesso e volentieri la superiorità numerica. Anche qui la valutazione è alta, 30-35 milioni, ma c’è anche un contratto in scadenza tra 12 mesi su cui fare leva per abbassare il prezzo. Oltre che il rapporto personale con Mou, con cui Guedes condivide l’agenzia. Lo scrive la Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa