Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mkhitaryan ai saluti: firma per l’Inter, Roma delusa

A Tirana Mkhitaryan ha giocato la sua ultima partita con la maglia della Roma: si accaserà all’Inter

La storia di Henrik Mkhitaryan in giallorosso si chiude con la coppa. A meno di ripensamenti dell’ultimo minuto – che ormai avrebbero del clamoroso – a Tirana l’armeno ha giocato la sua ultima partita con la maglia della Roma. Il fantasista ha deciso di accettare la corte dell’Inter e dire sì alla proposta nerazzurra, che ha offerto un biennale da 3.5 milioni a stagione.

La notizia è rimbalzata da fonti molto vicine al club nerazzurro ed è confermata dall’entourage del giocatore, con l’ex Arsenal già pronto a sottoporsi alle visite mediche. Prima di svolgerle però dovrà attendere almeno un paio di settimane, il tempo di recuperare dalla lesione al flessore che ha costretto Mkhitaryan ad alzare bandiera bianca a un quarto d’ora dall’inizio del match con il Feyenoord.

A Trigoria la notizia ha suscitato amarezza e perplessità visto che, nelle scorse settimane, i giallorossi avevano presentato a Miki un’offerta pressoché identica a quella del club di Zhang – un anno con opzione di rinnovo “facile” a 3.5 milioni netti – e che a Milano il giocatore farebbe la riserva di Calhanoglu. Lo scrive il Tempo.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa