Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Milan, Zaniolo avanti senza clamore. Ora con la Roma si tratta Florenzi

Il Milan non molla Zaniolo. I rossoneri lavorano all’attaccante della Roma senza esporsi troppo. Intanto le parti dialogano per Florenzi

La questione Zaniolo procede senza che nessuno si esponga pubblicamente. Il rinnovo del contratto di Nicolò (scadenza 2024) è d’attualità a Roma ormai da settimane senza essersi compiuto, e una sua possibile cessione agita l’ambiente giallorosso. Diplomazie al lavoro, in silenzio.

Un’occasione che favorirà il dialogo tra le società sarà il prossimo riscatto di Alessandro Florenzi, in prestito al Milan dalla Roma. I rossoneri vorranno esercitare l’opzione per trattenerlo in rossonero. Il prezzo del riscatto è fissato a quattro milioni e mezzo, che possono anche essere di poco scontati. Il jolly Florenzi resterà a disposizione di Pioli.

Milanello potrebbe accogliere anche Zaniolo: la trattativa sarà più impegnativa e soprattutto slegata da quella per Florenzi. Che offrirà ai club lo spunto per parlarsi ma che poi dovrà proseguire in autonomia. E su altre cifre: la valutazione della Roma è stabile a 65 milioni, preferibilmente cash. Quella rossonera resta di 40, meglio ancora se così composta: 25 più una contropartita tecnica, se non Saelemaekers allora Rebic.

Una quota dell’incasso giallorosso tornerebbe a Milano, sponda Inter: i nerazzurri vantano ancora un 15% sulla futura rivendita di Nicolò, da calcolare su quanto riceverà la Roma dal prossimo eventuale acquirente. Lo scrive la Gazzetta dello Sport.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa