Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mourinho avanti col 3-4-1-2

Se un progetto funziona, perché ribaltarlo? Seguendo il vecchio concetto per cui squadra che vince non si cambia…

Se un progetto funziona, perché ribaltarlo? Seguendo il vecchio concetto per cui squadra che vince non si cambia, soprattutto con una coppa in tasca, José Mourinho è orientato a insistere sull’orientamento tattico che ha condotto la Roma fino al tripudio di Tirana. 

Avanti con la difesa a tre, dunque, fino a nuovo ordine. L’ipotesi di un ripristino del 4-2-3-1, il sistema che aveva immaginato nella prima estate a Trigoria, resta valida soltanto in determinate condizioni, per certe partite, per certi frammenti.

Ma Mourinho è stato chiaro con la società: per le caratteristiche dell’organico, che non contempla tanti esterni offensivi, è opportuno ricominciare dalla base più solida.

Non a caso nelle ultime settimane la Roma si è sfilata dalla corsa a Kostic, che in un 3-5-2 (o 3-4-1-2) sarebbe difficile da inquadrare. I Friedkin potranno concentrare i loro sforzi sul centrocampo, su un attaccante e su un quinto difensore centrale.

Il Corriere dello Sport 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa