Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Segna Zaniolo. Abraham entra e sbaglia il rigore

Terzo test per la Roma, Zaniolo sugli scudi

La Roma riparte dalle sue certezze. La difesa a tre come marchio di fabbrica e una spiccata propensione a rendersi pericolosa sui calci piazzati. Sono questi elementi che emergono dalla seconda amichevole del ritiro in Portogallo, disputata ieri sera e vinta 2-0 con il Portimonense. A decidere il match sono stati i gol realizzati al 27′ da Tripi sugli sviluppi di un corner battuto da Pellegrini, e Zaniolo al 71′. Per il capitano si è trattato dell’esordio stagionale, oltre a lui anche Rui Patricio, Spinazzola e Cristante sono scesi in campo dal 1′. Nella ripresa tanti cambi, con la prima apparizione stagionale di Abraham, che ha sbagliato un rigore, e gli ingressi di Celik, Matic e Zaniolo.

Lo Special One stavolta ha deciso di dare la fascia da capitano al numero 22, che ha ripetuto la stessa prestazione andata in scena contro il Sunderland: traversa e gol in 45′. Bocciatura invece per Felix, schierato tra i titolari e richiamato in panchina dopo 30′. Infermeria: brutte notizie per Darboe, costretto a chiedere il cambio a metà ripresa per un problema al ginocchio. I primi esami parlano di un trauma distorsivo al ginocchio destro con interessamento del collaterale. Lo scrive Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa