Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Un Colosseo per Dybala: luci e fuochi artificiali per la “prima volta”

Per la presentazione di Paulo Dybala ai tifosi giallorossi la Roma ha fatto le cose in grande: previsti maxischermi, luci e fuochi d’artificio

A Roma c’è sempre un Colosseo nel cuore di un campione. In genere è quello tradizionale, l’Anfiteatro Flavio, stavolta invece sarà la volta del Palazzo della Civiltà Italiana, comunemente denominato “Colosseo Quadrato”. Insomma, soprattutto da Francesco Totti in poi, la voglia di gladiatori in giallorosso non finisce mai.

Per questo il testimone, da oggi alle 21, passerà a Paulo Dybala, che sarà presentato in quella sede, in un tripudio di giochi di luce e di fuochi d’artificio che affascineranno la folla prevista grande, magari punteggiata anche da qualche vip in posizione di privilegio. Per questo il quartiere dell’Eur sarà blindato, con relative chiusure di strade e divieti di parcheggio.

Non è un caso che a dare la notizia in anteprima è stato il profilo ufficiale di “Luceverde“, proprio riferendosi a possibili problemi di mobilità. L’evento dovrebbe concludersi intorno alle 22.15 e l’attaccante rivolgerà anche un breve saluto alla gente. Quanto basta per rendere la giornata indimenticabile. Un po’ come successe il 6 giugno 2000, quando la Roma presentò all’Olimpico, in grande stile Batistuta, con la curva Sud aperta e in delirio per l’argentino. Lo scrive la Gazzetta dello Sport.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa