Resta in contatto

Rassegna Stampa

Belotti e la Roma hanno l’accordo

Il Gallo ad un passo dal giallorosso

Contratto da tre milioni netti a stagione moltiplicati per quattro anni. La Roma ha già un accordo con Andrea Belotti, al quale ha chiesto di aspettare qualche giorno prima di impegnarsi con altre squadre. Da un mese, da quando cioè si è svincolato dal Torino, l’attaccante della Nazionale ha tenuto in sospeso ogni trattativa proprio perché sa che Mourinho lo vuole nella sua squadra. Il Monaco prima, il Valencia poi. Presto spera che la strategia di attesa paghi. Però occorre far presto, a due settimane dall’inizio del campionato non c’è più tempo da perdere.

Il problema però stavolta è ineludibile: i numeri di una rosa piena di spine. Tiago Pinto si muoverà per chiudere l’affare solo dopo aver perfezionato la cessione di Shomurodov, che piace al Bologna e non solo. Il general manager avrebbe voluto rilanciare il suo investimento, trattenendolo a Trigoria, ma ha realizzato che sarebbe controproducente insistere: Mourinho lo ha escluso dalla trasferta israeliana appena conclusa e non lo vede proprio.

Chiede un centravanti e ha indicato Belotti, senza se e senza ma. Resta da trovare una soluzione per Shomurodov, che la Roma non vuole dare in prestito secco. Lo lascia partire solo se il club ospitante accetta un diritto di riscatto a condizioni ragionevoli, sul modello Wijnaldum al contrario. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa