Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Con Blanco è festa all’Olimpico. E Mourinho blinda Zaniolo

Oggi più di 60 mila spettatori all’Olimpico per vedere la nuova Roma all’opera. Nel mentre Mou blinda Zaniolo

La Roma si prepara alla festa dell’Olimpico (ore 20.45 la sfida con lo Shakhtar Donetsk davanti a 60mila spettatori), mentre il mercato continua a vivere giornate intense, tra affari in uscita e opportunità in entrata. Il tutto mentre il pensiero Zaniolo prende sempre più forma in casa Tottenham. Fin qui la Roma è riuscita a mettere in atto un miracolo tecnico-finanziario: iniziare ad allinearsi alle nuove regole della sostenibilità finanziaria e allo stesso tempo migliorare la rosa in ogni reparto, rispondendo alla forte ambizione di José Mourinho di tornare in Champions. Tre colpi sono arrivati a parametro zero (Svilar, Matic e Dybala), uno in prestito (Wijnaldum) e solo uno con esborso economico (Celik a 7 milioni), già ammortizzato dalle partenze di Olsen, Florenzi e Milanese.

Per completare il disegno di mercato ora lo Special One ha chiesto a Tiago Pinto un vice Abraham e un quinto difensore centrale. Mentre per quest’ultimo non occorrono uscite e si stanno valutando i profili dello svincolato Zagadou, ex Borussia Dortumund, in pole, e di Bailly del Manchester United, per l’attaccante si deve invece attendere una cessione. Carles Perez vuole solo il Celta Vigo, nonostante due offerte superiori a quella spagnola, ma l’affare non è ancora alle battute finali. Fulham e Galatasaray hanno chiesto informazioni per Kluivert, mentre il Bologna ha sciolto le ultime riserve su Eldor Shomurodov ed è pronto a chiudere i giochi. Appena si materializzerà una partenza, scatterà il semaforo verde per l’arrivo del Gallo Belotti. La variabile impazzita è rappresentata dal Tottenham: c’è un dialogo aperto tra i due club, Paratici vuole Zaniolo ed è uscito allo scoperto. La Roma non fa sconti e la risposta non varia in base all’acquirente: solo cash. Il numero 22 piace a Londra, ma piace anche a Mourinho, che vuole continuare a lavorare con lui. Il futuro in giallorosso è lo scenario più probabile per l’eroe di Tirana, che stasera è pronto a godersi l’amore del tifo romanista.

Lo scrive La Repubblica.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa