Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Impatto Mondiale: Roma tra le più coinvolte

Il Qatar condizionerà fortemente la stagione. C’è chi come Dybala può essere più motivato

Assieme al mercato, è la grande incognita per Inzaghi e Allegri, per Mourinho, Pioli e Spalletti, ma anche per Gasperini, Italiano e Juric. Con la differenza che l’impatto del Mondiale sulla stagione si farà sentire sia prima che dopo il torneo in Qatar (21 novembre-18 dicembre): una novità assoluta, già marchiata a fuoco dalla filippica di Jurgen Klopp (“Si gioca nel posto sbagliato al momento sbagliato“) che costringerà la serie A a 52 giorni di sosta e soprattutto a un tour de force dal 13 agosto al 13 novembre, che prevede 15 giornate di A e 6 delle coppe europee.

Un problema, soprattutto per i club che vedranno i loro stipendiati in campo fino alle semifinali: “C’è anche la finale per il terzo posto?” ha chiesto con feroce sarcasmo Klopp (e ovviamente la risposta è sì). Ma anche un’opportunità da sfruttare, dato che alcuni giocatori avranno una forte motivazione in più in questi tre mesi, perché il Mondiale devono guadagnarselo: è il caso di Dybala che nell’Argentina è stimato da Scaloni ma non è certo un punto fermo e anche del brasiliano Bremer della Juve, fin qui snobbato da Tite. Lo scrive Il Corriere della Sera.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa