Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le pagelle di Siamo la Roma

PAGELLE – Roma-Monza 3-0: una Joya tutta da impazzire

La Roma travolge il Monza all’Olimpico

RUI PATRICIO  6

Spettatore non pagante. Quando il Monza prova a pungere, non ci riesce.

Trigoria

MANCINI  6

Qualche brivido la sua trattenuta in area su Pessina lo regala. Per il resto, solita tigna e mestiere.

KUMBULLA  SV

La sua (buona) partita dura 28 minuti, prima che il flessore sinistro lo abbandoni.

IBANEZ  7

Difende, bene, e segna pure. Il ct Mancini lo osserva con attenzione: non c’è da stupirsi.

CELIK  6

Sempre attento in fase difensiva, prezioso nelle ripartenze offensive.

CRISTANTE  6

Le fatiche di Torino sono per fortuna un ricordo, il Monza è un’altra cosa, anche Cristante.

MATIC 6,5

Metronomo giallorosso, è lui a scandire il ritmo in mezzo al campo.

SPINAZZOLA  5

Tra le più brutte gare della sua esperienza in giallorosso, scotta il pallone tra i piedi e, tranne un affondo, non regala spunti.

PELLEGRINI  6,5

Altro assist da calcio angolo, altre giocate delle sue, protagonista a tutto campo della sua Roma.

DYBALA 8

Bum, bum e Dybala Mask all’Olimpico. Prima doppietta in giallorosso e quota 100 in Serie A. Che Joya.

ABRAHAM  6

Scalpita, chiede a gran voce il pallone, si costruisce con voglia e qualità alcune occasioni. È mancato solo il gol Tammy.

SMALLING  6,5

Destino vuole che non debba riposarsi nemmeno quando Mou lo decide. L’infortunio di Kumbulla lo spedisce in campo, lui giganteggia come al solito.

EL SHAARAWY  6

Ingresso vivace nella ripresa, idee e serpentine. Ha capito il suo ruolo, lo fa egregiamente. Poi si ferma per un guaio muscolare.

SPINAZZOLA  6

A Torino tra i peggiori, nel secondo tempo torna a far vedere i suoi strappi. Sfiora il gol nel finale.

BELOTTI  6

Accolto dal boato del pubblico, la prima in giallorosso ha rischiato di esser impreziosita anche dal primo gol. Troppo centrale, Di Gregorio. Ma il Gallo canterà presto.

BOVE  SV

Finale di gara con personalità.

MOURINHO  6,5

All’Olimpico non si passa. Seconda vittoria consecutiva, quattro gol fatti e zero subiti. La miglior partenza della Roma in campionato dal 2014-15. C’è tanto da migliorare, ma la classifica sorride di Joya.

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Le pagelle di Siamo la Roma