Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Femminile

Roma-Sparta Praga 4-1: giallorosse ai gironi di Champions

La squadra di Spugna è tra le migliori sedici d’Europa

La Roma Femminile è alla fase a gironi della Women’s Champions League. Dopo l’1-2 in Repubblica Ceca, le giallorosse vincono contro lo Sparta Praga anche al Tre Fonane: 4-1. La squadra di Spugna è, ora, tra le sedici migliori squadre d’Europa.

Il tabellino

ROMA (3-5-2): Ceasar; Bartoli, Wenninger, Minami; Serturini, Andressa, Giugliano, Greggi, Haavi; Lazaro, Giacinti.
Allenatore: Spugna.

SPARTA PRAGA (4-3-3): Chladekova; Dedinova, Bertholdova, Starova, Dlaskova; Cvcrkova, Sonntagova, Polcarova; Tripp, Marinkova, Chang.
Allenatore: Masaryk.

Marcatori: 25′ Bertoldova (S), 30′ Wenninger (R), 54′ Andressa (R), 70′ Minami (R), 81′ Haavi (R).

La cronaca

90′ – Triplice fischio. La Roma accede alla fase a gironi di Champions.

81′ – Gran gol di Haavi da fuori area per il poker della Roma.

70′ – Tris della Roma. Segna di testa Minami.

61′ – Lazaro calcia ma prende il palo. Rigore fallito.

60′ – Lazaro atterrata in area. Rigore per la Roma.

54′ – Vantaggio della Roma con Andressa.

46′ – Comincia il secondo tempo.

45′ – Finisce il primo tempo al Tre Fontane.

30′ – Pareggia la Roma con il gol di testa di Wenninger.

25′ – Sparta Praga in vantaggio con Bertoldova.

1′ – Si parte. Comincia Roma-Sparta Praga.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Femminile