Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Femminile

Spugna: “Gruppo straordinario, ora vogliamo confrontarci con le migliori d’Europa”

Le parole del tecnico dopo la vittoria per 4-1 sullo Sparta Praga, valsa la qualificazione ai gironi di Champions

Alessandro Spugna ha commentato la vittoria per 4-1 della sua Roma Femminile sullo Sparta Praga. Vittoria importantissima, che ha consentito alle giallorosse di qualificarsi per la prima volta nella storia ai gironi di Champions League. Queste le sue parole, rilasciate nel dopo partita ai canali ufficiali del club:

Come si gestisce tutta questa energia positiva nei gironi di Champions League?

“Quando c’è l’energia positiva, non è mai un problema. Deve esserci sempre. Il gruppo è straordinario e lavora sempre la massimo: molte delle titolarissime, prima della Fiorentina, sapevano di non giocare, ma in allenamento hanno fatto le contrapposizioni alla grande. Loro sanno che sono 25 calciatrici importanti. Il momento arriverà per tutte. Domenica arriva il Parma, una partita da tre punti perché noi vogliamo stare avanti in campionato. Il Parma non sta attraversando un buon momento, ma non vuol dire nulla. Dopo prestazioni come questa, sono gare difficili. Serviranno forze fresche, ma sono tutte pronte”.

C’è tanto da migliorare?

“La cosa bella è che siamo arrivate ai gironi, che era il nostro obiettivo perché volevamo confrontarci con le migliori squadre d’Europa. C’è da migliorare, ma godiamoci questo risultato perché è qualcosa di prezioso. Ci abbiamo lavorato tanto e volevamo arrivare a questo, adesso ci siamo”.

Un viaggio che è iniziato tempo fa.

“Sì, ce lo siamo guadagnate con il secondo posto in campionato. Poi abbiamo iniziato a pensare di fare qualcosa di straordinario, perché non era scontato l’arrivare ai gironi. Abbiamo battuto il Paris, che è una squadra fortissima, con calciatrici della Nazionale Francese. Lo Sparta Praga, nonostante il sorteggio fosse stato fortunato, è una squadra molto fisica ed esperta. Siamo state brave all’andata e anche oggi. Siamo andate sotto, poteva essere un problema, invece poi abbiamo mantenuto il dominio della gara, per esprimere nel secondo tempo tutto ciò che potevamo”.

La tattica di far andare in vantaggio le avversarie è stata scoperta.

“No (ride, ndr). Devono andare in vantaggio il meno possibile perché poi per recuperare devi avere tante forze. Noi dobbiamo sprecarne il meno possibile, dati i tanti impegni, e andare noi in vantaggio”.

Come si mantiene questa costanza di rendimento?

“Bisogna far girare un po’ la rosa, come fatto con la Fiorentina. Ora anche per il Parma, dovremo fare qualche ragionamento, ma da domani. Si dovranno dosare i carichi nel migliore dei modi, perché la partita diventa il miglior allenamento che hai. Giocando ogni due giorni, ci sarà bisogno di tutte”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Femminile