Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Conferenze stampa

Manuel Pellegrini: “Per noi è una partita chiave, anche se non decisiva. Dybala? La Roma ha investito tanto su di lui”

Le parole di Manuel Pellegrini in conferenza stampa alla vigilia di Roma-Betis

Manuel Pellegrini, allenatore del Betis, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida dell’Olimpico contro la Roma. Ecco le sue parole:

Che partita sarà?
“È una partita importante e chiave per noi, vincere sarebbe un passo in avanti ma perdere non sarebbe grave. È una partita non decisiva perché nessuna delle due otterrà la qualificazione, Roma e Betis sono due belle squadre”

Le parole di questa mattina su Mourinho?
“Io ho solo detto che mi sono laureato in ingegneria, La Gazzetta dello Sport non riporta le dichiarazioni giuste, i nostri rapporti sono cordiali e ci stimiamo reciprocamente”.

Come sta la squadra? Fekir giocherà?
“La squadra arriva bene al match, abbiamo avuto 72 ore per il recupero completo. Sarà difficile tornare a Siviglia e giocare poi domenica, Fekir è disponibile”.

Dybala?
“Affrontiamo tutte le gare al 100%, poi bisogna superare momenti di difficoltà. A Vigo tanti fattori hanno determinato la gara, giocavamo contro una squadra che era in casa ed era motivata. Giochiamo sempre al 100%. Dybala è uno dei tanti buoni giocatori che ha la Roma, ha investito molto su di lui”.

Che messaggio rivolge ai tifosi che hanno seguito la squadra?
“I tifosi del Betis ci hanno seguito sempre in massa, lo abbiamo già visto contro il Milan. Per noi è un piacere contare sul loro sostegno”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Conferenze stampa