Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le pagelle di Siamo la Roma

PAGELLE – Roma-Lecce 2-1: Chris e Paulo, la vetta ora non é lontana

La Roma batte il Lecce e sale in classifica

RUI PATRICIO 6

Un gol subito anche questa sera, ma il destro di Strefezza esce da un groviglio di gambe. Difficile fare di più.

Trigoria

MANCINI  6

La solita determinazione in campo, che gli regala un vecchio brivido: ammonito nella ripresa.

SMALLING  7

Difende e segna, terzo gol in nove presenze: cos’altro chiedere all’inglese?

IBANEZ  6

Il brasiliano difende con ordine.

ZALEWSKI  6

Gara generosa dell’esterno, attento dietro e propositivo in avanti. Sfiora il gol sotto la Curva Sud.

PELLEGRINI  6,5

Torna e si vede. Fulcro del gioco in mezzo al campo, pennella l’assist sulla testa di Smalling per il vantaggio giallorosso.

CRISTANTE  6

Concentrato, sul pezzo. Gara senza sbavature.

VINA  6

Un tempo a sua disposizione senza particolari meriti. Sbaglia poco.

Zaniolo

ZANIOLO 5

Non ci siamo. Confusionario sotto porta, ha l’occasione di calciare in porta ma si fa rimontare. Sostituito all’intervallo.

DYBALA 7

Prova a gestirsi, regalando con il contagocce suggerimenti ai compagni. Come quando manda in porta Zaniolo. Ma visto che gli altri non segnano, ci pensa lui su rigore.

BELOTTI 5,5

Sfiora il gol, mette in campo la sua solita generosità. Ma non tira in porta, poco altro.

ABRAHAM  6-

La panchina gli fa bene. Entra e si procura il rigore della vittoria. Tante giocate utili, ma il pallone continua a non voler entrare.

SPINAZZOLA  5,5

Con la Roma sopra di un uomo, Mou lo butta dentro per creare scompiglio sull’out mancino. Ma non combina molto.

MATIC 6

Dybala si fa male e viene scaraventato in campo nella ripresa.

SHOMURODOV  5,5

Mou gli concede un quarto d’ora nel finale. Si potrebbe fare meglio sotto porta.

MOURINHO  6

Non è il tempo della forma, ma della sostanza: sesta vittoria in campionato e la vetta della Serie A non é così lontana.

 

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Le pagelle di Siamo la Roma