Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Lanna: “Stankovic può salvare la Samp. Alla Roma manca continuità”

Il presidente blucerchiato: “I giallorossi hanno una grandissima squadra anche senza Dybala e Wijnaldum”

Marco Lanna, ex difensore della Roma, presidente della Sampdoria. Stasera le due squadre si affronteranno a Marassi, nel giorno del debutto casalingo di Stankovic: “É una sfida difficile, da affrontare tutti i giorni combattendo. Finora siamo rimasti in piedi. Alla salvezza ci credo assolutamente, la squadra ha le potenzialità per venire fuori e Stankovic può essere l’uomo giusto per farla esprimere al meglio“.

Abbiamo selezionato e scritto di seguito le sue dichiarazioni su Stankovic e Roma rilasciate nell’intervista al Corriere dello Sport.

Perché Stankovic? 

Ne parlai con Branca in un torneo di vecchie glorie. Quando ho incontrato Dejan ho capito che era la persona giusta. Con Branca ho giocato insieme nella Samp e nella Roma, abbiamo mantenuto un bel rapporto. Ha avuto ragione, Stankovic può tirarci fuori da questa situazione, ha personalità e carisma come quando giocava. È un trascinatore, ha grandi motivazioni e grande voglia. Può tirarci su a livello caratteriale e di gioco, nelle ultime partite c’erano state difficoltà dal punto di vista psicologico. A Bologna già si è visto qualcosa.

La Roma non attraversa un periodo felicissimo.

È una squadra che ha grandissima qualità anche senza Dybala e Wijnaldum, ma ci sono altri giocatori ai quali può bastare una giocata. Dybala è stato il colpo del mercato. Alla Roma manca continuità, in tanti anni il problema è sempre stato quello. Dobbiamo essere bravi a metterli in difficoltà. Spero che la sofferenza sia reciproca, credo che vedremo una bella partita, abbiamo tanta voglia di uscire da questa situazione.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa