Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Giovedì a Helsinki spazio a Belotti

Sampdoria-Roma dove vedere in tv streaming

Il Gallo può giocare insieme ad Abraham. Turnover sì ma ragionato

Il Napoli è l’ennesima tappa del tour de force che la Roma proseguirà giovedì in Finlandia contro l’Hjk. Sono due le partite restanti in Europa League che i giallorossi dovranno necessariamente vincere per qualificarsi alla fase successiva. Se il primo posto è oramai impossibile, il secondo resta l’obiettivo per poi scontrarsi ai playoff contro “gli squali falliti della Champions” (copyright Mourinho) e accedere agli ottavi.

Giovedì si giocherà su un campo sintetico ad una temperatura di 3-4 gradi: il rischio di infortuni è dietro l’angolo, gli stessi che hanno falcidiato la squadra negli ultimi due mesi. Non ci sarà Zaniolo squalificato per due turni. Il club proverà a fare ricorso ma le possibilità di vincerlo sono ridotte al lumicino. Mourinho comunque schiererà una squadra capace di vincere come ha fatto all’andata con i gol di Dybala, Pellegrini e Belotti e potrebbe essere proprio quest’ultimo il terminale offensivo insieme ad Abraham. Una coppia che sta cominciando a trovare sintonia e che potrebbe tornare utile nei periodi più duri della stagione. E a proposito di turnover, il 6-1 incassato la scorsa stagione contro il Bodo è servito da lezione a Josè. Gli ha insegnato a non sottovalutare le squadre del nord Europa che all’apparenza possono sembrare un avversario semplice da superare. Un paio d’ore prima si affronteranno Ludogorets e Real Betis, i bulgari cercheranno di fare punti per tenere accesa la speranza di qualificazione e presentarsi all’Olimpico contro la Roma con una motivazione in più. Il destino, però, è tutto nei piedi della squadra di Mourinho a cui basterà fare 6 punti per scampare alla retrocessione in Conference League.

Lo scrive Il Messaggero

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa