Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Primavera

Guidi: “Lecce squadra solida e organizzata, proveremo a fare la partita” (VIDEO)

Le parole del tecnico della Primavera in ottica della sfida di domani contro il Lecce

Alla vigilia di Roma-Lecce, ha parlato Federico Guidi, tecnico dei giallorossi di casa. Questo il video della sua intervista ai camali ufficiali del club:

 

Come arriva la Roma alla gara?
“Quando i risultati che sono positivi vengono dopo prestazioni fatte bene sul campo, è chiaro che la squadra acquisisce consapevolezza e autostima. C’è fiducia. Sappiamo anche che avremo davanti a noi tre partite estremamente complicate con avversari di alto livello, prima il Lecce, poi il Frosinone, poi la Juventus. Quindi abbiamo un mini campionato di tre partite estremamente importanti, bellissime da giocare. E noi dobbiamo continuare sul trend delle ultime uscite, dove la squadra, al di là del risultato, ha avuto prestazioni ottime e dove si sono denotati grandi miglioramenti rispetto all’inizio della stagione”.

Si parte con il Lecce, che rimane la miglior difesa del campionato. 
“Sì, è una squadra organizzata, allenata bene dal mister Coppitelli. È un amico, lo conosciamo tutti molto bene. Sappiamo delle qualità sue e del suo staff, quindi sappiamo che avremo davanti una squadra difficile da affrontare. È la miglior difesa, non è un caso se subisci quattro gol solamente. È chiaro che è una squadra organizzata, solida, pericolosa, che concede poco. Quindi dobbiamo giocare bene, soprattutto quando avremo la palla dovremo essere pronti nelle marcature preventive, nelle riaggressioni. Dobbiamo cercare di non esporci ad eventuali ripartenze, anche se devo dire che ultimamente su questo tema i ragazzi sono sono migliorati, e soprattutto dobbiamo giocare bene contro una squadra che sa difendersi ottimamente”.

Il tema della gara sarà che la Roma farà la partita, con l’avversario che aspetterà?
“Questa è la strada che abbiamo intrapreso perché penso sia la più giusta per migliorare i ragazzi, al di là della partita di domenica o dell’avversario che abbiamo davanti. Noi cerchiamo di essere protagonisti sul campo. Sono dell’idea che quanto più tocchiamo la palla tanto più miglioriamo, quindi andiamo alla ricerca di questo tipo di idea in ogni partita in ogni e in ogni allenamento”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Primavera