Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Amarcord

Amarcord, 19 novembre 2006. E’ Roma show: 7-0 al Catania (VIDEO)

La formazione di Luciano Spalletti distrugge la squadra siciliana, umiliata da un netto 7-0. A segno Panucci e Perrotta due volte, poi Totti, Mancini e Montella

Il 19 novembre del 2006 la Roma batteva con un sonoro 7-0 il Catania di Marino. I giallorossi, terzi in classifica, vogliono consolidare il terzo gradino del podio, e magari eliminare un po’ di distanza dall’Inter prima in classifica. La formazione di Luciano Spalletti non va mai in crisi durante i 90′, anzi apre subito le marcature, al 12′ con il gol di testa di Panucci. La situazione si complica per i catanesi, che al 15′ devono rinunciare a Mascara, spedito negli spogliatoi dall’arbitro Girardi per una gomitata rifilata a Chivu. Gli ospiti soffrono la superiorità numerica della Roma, che al 19′ raddoppia: Totti serve al centro Mancini, il brasiliano finta di corpo e appoggia lentamente il pallone all’angolino sinistro della porta di Pantanelli. Forte del vantaggio ottenuto, la squadra capitolina inizia a dare spettacolo, purtroppo per i tifosi siciliani. Al 24′ arriva anche il 3-0: Perrotta in area mette a sedere un difensore, salta il portiere catanese, e dopo una serie infinita di finte e dribbling infila la porta nonostante la doppia marcatura. Al 40′ arriva anche il secondo gol del centrocampista, che trova il gol con una rasoiata da fuori area. Si va a riposo sul 4-0, ma ormai la partita è del tutto chiusa.

Nella ripresa la Roma continua a dare spettacolo, galvanizzando i tifosi presenti all’Olimpico. Al 48′ arriva anche la doppietta firmata da Panucci: il difensore è il primo ad arrivare sulla palla dopo gli sviluppi di un calcio d’angolo, trovandosi a tu per tu con la porta completamente sguarnita. L’incubo per il Catania però non è ancora finito. Al 59′ Aquilani vede l’inserimento di Totti e Montella e serve l’aeroplanino che, avidamente, non passa la palla al capitano ma mette in porta la rete del 6-0. Francesco Totti però non resterà a bocca asciutta, visto che il sigillo della gara porterà la sua firma. Il tutto avviene al 70′, ed è (tanto per cambiare) un gol meraviglioso. In area catanese Stovini ferma l’avanzata giallorossa lanciando in area la palla. Sulla traiettoria interviene il capitano giallorosso, che al volo spara un razzo in porta, siglando il definitivo 7-0.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord