Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Per Zaniolo nessun offerta “concreta”

Una cessione necessaria ma che appare complicata

Tutto fermo. Continuano a trascorrere le ore ma nessuna svolta in vista riguardo il futuro di Nicolò Zaniolo, che non è partito con la squadra per l’ultima del girone d’andata. Una decisione figlia della necessità di estraniarsi, al momento, dalle vicende della squadra vista la situazione «calda» del mercato. Ma di «caldo», in chiave cessione, c’è poco, anzi nulla. L’offerta da circa 40 milioni di euro e a titolo definitivo (o prestito con obbligo) che aspettano a Trigoria tarda ad arrivare.

Come già anticipato, ad oggi le uniche possibili pretendenti con risorse economiche tali da poter sedersi al tavolo con Pinto, vengono dall’Inghilterra. Ma oltre ad interessamenti lontani e pensieri che hanno sfiorato la mente di alcuni dirigenti, di soldi sul piatto, al momento, nemmeno l’ombra. C’è il Brighton che lo prende in considerazione per sostituire Trossard, ma la squadra di De Zerbi non ha mosso passi concreti che possano far pensare ad una chiusura nel giro di poche ore. E c’è poi certamente il Tottenham, dove al di là della nostalgia di Conte e dei pensieri di Paratici dopo le sentenze della Corte Federale, il giocatore piace. Lo scrive Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa