Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Juventus, Allegri: “Non abbiamo ancora vinto nulla” (Video)

Il tecnico juventino parla dopo il match vinto contro la Roma per 1-0

Intervistato da Dazn Massimiliano Allegri non ha nascosto la gioia per una importante vittoria che rende la Juventus campione d’inverno ma allo stesso tempo ha smorzato i toni, spiegando che la squadra ad oggi, non ha ancora vinto nulla:

“Stasera ottima partita, siamo primi ma non abbiamo ancora vinto nulla. L’importante sarà stare davanti al Napoli di più punti possibili entro il 29. Abbiamo messo sotto pressione la Roma e questo è importante visto anche il periodo che loro stanno passando, abbiamo meritato. Mandzukic è straordinario, un giocatore generoso che oggi ha fatto la differenza, anche Dybala ha giocato molto bene”.

Allegri a Sky Sport

“Non so se è la Juve più forte di sempre ma non abbiamo vinto nulla, questo è sicuro. Stasera dopo il gol abbiamo giocato molto bene, chiudendo gli spazi alla Roma. E’ normale che Dybala sia arrabbiato per non aver segnato ma ha fatto una grande partita. Con l’Atalanta non so se Ronaldo riposerà. Ragioniamo da squadra, è questa la nostra vera forza”.

Allegri alla Rai

“La Roma aveva voglia di fare una bella partita. Nella ripresa hanno fatto meglio del primo, anche se abbiamo concesso poco. La squadra ha fatto un ottima partita. I ragazzi sono stati bravi a difendere nel modo giusto, potevamo concretizzare meglio qualche contropiede. Il Napoli sta facendo un grandissimo campionato, dobbiamo continuare a fare punti. Andiamo a Bergamo, contro un’Atalanta che in casa non fa sconti: sarà dura. L’Atletico Madrid? È una bella squadra, per arrivare in fondo vanno affrontate tutte le più forti. Mandzukic è un generoso, sia sotto l’aspetto fisico che quello tecnico. Sono contento di averlo a disposizione”.

Allegri in zona mista

“Nel campionato ci sono diverse partite che finiscono 1-0. La Juventus ha fatto una buona partita contro una buona Roma, nel secondo tempo abbiamo avuto più palleggio mettendo in difficoltà la Roma ma non chiudendo la partita. Nel finale tutta la squadra ha capito che era il momento di difendersi tutta insieme, non è vergogna ma è senso di responsabilità. Mandzukic? Stiamo tutti bene, lui è un generoso che allo stesso tempo molto tecnico. Dybala scontento della sostituzione? Ha fatto una buona partita, l’ho tolto perché in quel momento mi servivano i centimetri in campo e di uno che da solo portasse via la palla dalla nostra area. Ronaldo a Bergamo? Vediamo quale salterà tra la prossima e quella contro la Sampdoria”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News