Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

L’Edicola, arriva la giornata di Juventus-Roma: giallorossi tra infortuni, dubbi e paure

La sfida di questa sera all’Allianz Stadium di Torino mette in luce le debolezze e le criticità della Roma, che deve fare del momento no la spinta per invertire la rotta

Davide contro Golia: un’analogia che calza a pennello con la sfida di questa sera tra Juventus e Roma. Due squadre che, fino a questo momento, hanno vissuto un campionato completamente diverso: la Juve si sta affermando come una delle realtà calcistiche più importanti d’Europa, sgretolando record su record e puntando a vincere tutto. La Roma invece vive il momento più buio della stagione, e i tanti, troppi infortuni non aiutano di certo Di Francesco ad uscire dalla crisi: torna Dzeko ma solo in panchina, spazio dunque a Schick e alla sua voglia di riscatto. Oltre a Cristiano Ronaldo la Roma, si troverà ad affrontare anche gli ex Szczesny, Benatia e Pjanic, tre giocatori fondamentali nello scacchiere di Massimiliano Allegri. Con queste premesse è facile dire chi sia la favorita; lo sa anche Di Francesco e lo sa la Roma, che alle 20,30 scenderà in campo non per primeggiare, ma per dimostrare ai suoi tifosi di aver capito i propri errori, di averli assimilati e di averli esorcizzati, così da poter invertire la rotta di una stagione, per ora, da dimenticare.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti