Resta in contatto

News

Parma-Roma, Bastoni: “Il gol da calcio d’angolo ci ha fatto perdere lucidità. Zaniolo? Siamo molto legati”

Il difensore al termine della partita: “E’ normale che contro queste squadre ci siano poche occasioni, e vanno sfruttate”

Al termina della sfida del Tardini, che ha visto la Roma vincere 0-2 contro il Parma, il difensore dei crociati Alessandro Bastoni, ha rilasciato alcune dichiarazioni in Mixed Zone:

A Firenze siete stati spietati, questa volta è andata diversamente…
“Sì, poi è normale che contro queste squadre ci siano poche occasioni e vanno sfruttate. Abbiamo fatto tutti degli errori, di sicuro non è colpa di Siligardi se abbiamo perso”.

Che voto ti dai e che voto dai al Parma, dopo il girone d’andata?
“Per ora una sufficienza, finché non c’è la salvezza matematica l’obiettivo non è raggiunto. Speriamo di raggiungerlo il prima possibile”.

Cos’è successo nel secondo tempo?
“Come ho detto prima, prendere gol su calcio d’angolo non ci ha aiutato dal punto di vista mentale. Questo ci ha fatto perdere lucidità e forza per far male alla Roma”.

Nel primo tempo avete concesso poco, poi è uscita la qualità della Roma…
“Siamo squadre con obiettivi diversi, loro hanno una qualità nettamente superiore. Bisogna essere umili e riconoscere questa cosa”.

Come ti stai trovando a giocare in Serie A con continuità?
“Sicuramente devo tanto al Parma perché è la prima squadra che mi fa giocare con questa continuità in Serie A. Sono contento, spero di raggiungere il nostro obiettivo”.

Bruno Alves ti sta aiutando molto…
“Sì esatto, mi rivela tanti segreti per migliorare. Però per ora non penso al futuro, penso solo al Parma”.

Una sfida tra classe ’99 con Zaniolo…
“Sì, noi siamo molto legati, ma in campo non ci sono amicizie”.

Cosa vorresti per il tuo 2019?
“Quello che è stato questo fine anno: giocare e migliorarmi”.

L’Udinese l’anno scorso ha fatto 27 punti dopo il girone d’andata, poi alla fine si salvò all’ultimo…
“Il nostro obiettivo è salvarci il prima possibile, poi più punti facciamo meglio è”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News