Resta in contatto

Approfondimenti

L’Avversario, la Fiorentina di Chiesa e Muriel adesso fa più paura: dati statistici e tattica

L’arrivo di Muriel ha portato nuova linfa vitale

La Fiorentina sarà l’avversario di domani della Roma nei quarti di finale di Coppa Italia. Reduce dalla vittoria rocambolesca per 3-4 al Bentegodi contro il Chievo Verona, la formazione viola cerca conferme contro i giallorossi nel turno infrasettimanale di coppa.

Il percorso in campionato e Coppa Italia

La Fiorentina di Stefano Pioli ricopre attualmente la nona posizione in Serie A con 30 punti all’attivo maturati grazie a 32 reti fatte e 24 subite in 7 vittorie, 9 pareggi e 5 sconfitte. In Coppa Italia il loro percorso è iniziato agli ottavi di finale dove una doppietta di Federico Chiesa ha eliminato il Torino di Walter Mazzarri. La formazione viola, nonostante gli alti e bassi di questo campionato ha ottenuto una brillante vittoria per 0-1 tra le mura di San Siro contro il Milan. Qualche caduta di troppo come testimonia lo 0-1 subito dal Parma nella gara casalinga al Franchi. L’obiettivo è certamente qualificarsi in Europa League, la classifica è corta e c’è ampio margine per recuperare, altrimenti la Coppa Italia può essere un’alternativa percorribile.

Dati e statistiche

In 22 partite ufficiali la squadra di Pioli ha realizzato 34 gol, con una media di 15.8 tiri a partita e un possesso palla medio del 50.3%. Non delle più elevate la precisione nei passaggi, di poco inferiore all’80%. Più che competitivi sulle palle aeree, i viola sono una vera e propria minaccia con i loro 18 scontri aerei vinti in media a partita. Disciplina da rivedere con i loro 53 cartellini gialli e 4 cartellini rossi. La media gol è stato molte volte un tasto dolente. Gli uomini di Pioli infatti non vanno, di media, oltre 1.5 gol a partita, dato che però è stato disintegrato nelle ultime due partite dove sono stati realizzati ben 7 gol, pur vero che ne sono stati subiti 6.

Novità tattiche con l’arrivo di Muriel

Perché questo cambio di rotta nei gol realizzati dalla Fiorentina? L’arrivo di Muriel, autore di 3 gol in due partite, è sicuramente uno dei fattori che ha portato a questo cambiamento, ma più nel dettaglio, l’attaccante colombiano ha permesso a Stefano Pioli di modificare la tattica e passare ad un 3-5-2 con ripartenze veloci grazie agli strappi di Federico Chiesa e Luis Muriel stesso. Oltre al nuovo modulo però, la Viola continua a sperimentare un 4-3-3 con Muriel esterno offensivo, che comunque sembra aver prodotto ottimi risultati e una fluidità tattica che permette a mister Pioli di mutare assetto in corso. La Fiorentina dovrebbe schierarsi contro la Roma con la formazione titolare: in porta Lafont; linea a quattro composta da Milenkovic, Pezzella, Ceccherini e Biraghi; a centrocampo Benassi, Veretout e Fernandes; in attacco Chiesa, Simeone e Muriel.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti