Resta in contatto

Rassegna Stampa

Corriere della Sera, “Piatek fugge, Zaniolo lo riprende: così Roma e Milan si annullano”

Pareggio all’Olimpico che non serve a nessuno, ma la sconfitta dell’Inter riapre i giochi anche per il terzo posto

Sarà una volata lunga e affollata. RomaMilan sembrava uno spareggio per il quarto posto, con Lazio e Atalanta pronte al loro sprint, ma la vittoria del Bologna di Sinisa Mihajlovic a San Siro, contro l’Inter in rottura prolungata, lascia a tutte un’ipotesi nuova: riaprire i giochi anche per il terzo posto. Il risultato finale è giusto, perché la Roma ha giocato meglio e creato più occasioni ma il Milan può lamentarsi dell’arbitraggio di Maresca: dubbio il contatto di Kolarov su Suso in area di rigore e probabilmente c’era l’espulsione di Lorenzo Pellegrini. Il Milan mantiene un punto di vantaggio sulla Roma, che poi è un punto e mezzo visto il confronto diretto. La Roma non sprofonda dopo il 7-1 in Coppa Italia contro la Fiorentina e questo è già un risultato. Mentre sugli spalti va in scena una contestazione, Zaniolo risponde a Piatek e Donnarumma salva più volte i suoi. Il pareggio mantiene entrambe le squadra in corsa per la Champions, ma forse quella che è cambiata è la Roma: De Rossi, che ha giocato 90 minuti di spessore, è il vero rinforzo di una squadra che a gennaio non ha fatto nulla.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa