Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Il Corriere della Sera, “Quante cose fa De Rossi! Giocatore, allenatore e «scudo» dei compagni”

Il capitano giallorosso è tornato a fare la differenza, in campo e fuori

Non si vedeva in campo dal 28 ottobre, data del match del “San Paolo” contro il Napoli, quando il ginocchio lo costrinse ad alzare bandiera bianca. Contro il Milan, la Roma e la sua gente ha riscoperto il valore inestimabile del numero sedici giallorosso: non solo per la qualità delle sue giocate e la preziosa capacità tattica di leggere le partite.

De Rossi è tornato e si fa sentire sopratutto per dinamiche non del tutto di campo. Si è schierato a difesa di Kolarov: attaccato sui social dopo lo scivolone alla stazione Termini, De Rossi ha capito che il “fratello serbo” (così da lui chiamato su Instagram) ha sbagliato ma chi sbaglia non deve esser lasciato solo. Come Florenzi, inviso in questo momento storico a parte della tifoseria, e ieri abbracciato forte in allenamento dal capitano giallorosso.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa