Resta in contatto

Edicola

L’Edicola, Roma-Porto: De Rossi e Zaniolo sfidano i dragoni

A poco più di 24 ore dalla sfida dell’Olimpico, Di Francesco prepara le mosse per battere Conceiçao

Domani, alle ore 21, allo Stadio Olimpico si sfideranno Roma e Porto, per gli ottavi di finale di Champions League. Di Francesco sta apportando le ultime modifiche alla formazione migliore da mandare in campo. Recuperato Manolas, insieme a lui in difesa saranno confermati Karsdorp e Kolarov. A centrocampo torna De Rossi: il tecnico pescarese si affida a lui per portare la squadra alla vittoria, che contro il Porto, in casa, i giallorossi non hanno mai ottenuto. Il capitano, entrato in gara in corso contro il Chievo, partirà titolare. Insieme a lui, a completare il reparto, ci saranno Cristante e Pellegrini.
Zaniolo, che come il numero 16 giallorosso, ha esordito con la maglia della Roma in Champions League, ricoprirà il ruolo di esterno d’attacco.

Per quanto riguarda il Porto, il tecnico Conceiçao, ex Lazio, dovrà fare a meno di Marega, fuori per infortunio, e di Jesus Corona (squalificato) affidandosi a Hector Herrera, vecchio pallino di mercato di Monchi.

Note importanti sulla gara: in tribuna, ad osservare i sette italiani della Roma, ci sarà il tecnico della Nazionale Italiana, Roberto Mancini.
Finalmente, dopo gli errori arbitrali che hanno penalizzato la Roma l’anno scorso nella partita contro il Liverpool, arriva la Var anche in Champions League.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Edicola