Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Champions League, Mourinho: “Il Porto in casa è forte, sarà un match equilibrato”

“La mia Inter contro la Roma fu una bella rivalità”

José Mourinho, ex allenatore dell’Inter, ha parlato ai microfoni di TeleRadioStereo. Queste le sue parole:

“Prima di tutto saluto Cassetti lì in studio. La sua Roma è stata un’avversaria forte, difficile da battere, che ha lottato fino alla fine per lo scudetto. Ne ho parlato con Vucinic qualche tempo fa, è stata una bella rivalità con la mia Inter. L’Atletico Madrid ha un gioco conosciuto, con attaccanti bravi che possono fare la differenza. La Juventus può vincere la Champions, ma la competizione è piena di avversarie competitive. Non sarà facile. La Roma ha iniziato bene in Champions ma poi ha trovato difficoltà in campionato e Coppa Italia. È possibile, però, trovare equilibrio per arrivare nei primi tre-quattro posti. Ancelotti non mollerà il secondo posto e ora deve puntare all’Europa League. Porto-Roma? Il gol di Adrian Lopez è stato fondamentale. Loro hanno l’esperienza di Conceição, che conosce bene l’Italia. È una squadra tattica, chiusa e tosta. Non facile da battere. Il risultato dell’andata lascia tutto aperto. Il Porto in casa è forte, lasciando da parte il disastro dello scorso anno col Liverpool. Lo stadio ha una grande atmosfera, grazie ai suoi tifosi. Non vedo la Roma troppo solida difensivamente per arrivare lì e pareggiare zero a zero. Ma sarà un match equilibrato“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News