Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Il Tempo, “Panchina corta”

Anche il turn over diventa un problema per Di Francesco

La rosa che sembrava extralarge adesso offre poche opzioni gradite a Di Francesco. Così ha dichiarato dopo il successo sofferto contro il Bologna: «Forse abbiamo pagato la gara col Porto, a volte da una partita all’altra bisogna cambiare più uomini perché la lucidità mentale può fare la differenza. Stavolta non l’ho fatto per scelta, mi servivano determinati uomini per il 4-3-3, nella convinzione di poter dare continuità avendo sei giorni di recupero dopo la Champions. Sono rimasto sorpreso, eravamo poco brillanti. Ma non ho la palla di vetro». Un altro saliscendi inspiegabile della stagione che conferma un difetto a cui Di Francesco non sa come rimediare. Il turnover poteva essere l’arma per scongiurarlo, ma come dice l’allenatore la «scelta» è stata un’altra. Una Roma che si riscopre più «corta» di quanto pensasse. E deve rincorrere la Champions.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa