Resta in contatto

News

Zaniolo, parla il papà Igor: “Non ci saranno problemi per il rinnovo di Nicolò: da entrambe le parti c’è la voglia di chiudere la trattativa”

Il papà del centrocampista giallorosso: “Per farlo crescere bene dobbiamo remare tutti dalla stessa parte. Le voci dell’ultimo periodo fanno male all’ambiente e a Nicolò”

Igor Zaniolo, papà del centrocampista della Roma Nicolò, ha rilasciato alcune dichiarazioni al Corriere dello Sport: “Raiola ha chiesto informazioni ed è interessato, ma Vigorelli resterà l’agente di Nicolò per tanto tempo. A fine stagione ci sarà un incontro con la Roma per il rinnovo, non ci saranno problemi. Da entrambe le parti c’è la volontà di chiudere positivamente la trattativa”.

“Le voci dell’ultimo periodo fanno male all’ambiente e a Nicolò: per farlo crescere bene dobbiamo remare tutti dalla stessa parte – ha proseguito – . Non dobbiamo destabilizzare i tifosi e il club: la Roma è in corsa per il terzo posto, c’è il derby e poi la gara contro il Porto: per lui la priorità è la squadra e vuole pensare solo al campo. Ieri ha trascorso il giorno di riposo a casa con la madre, vuole rimanere concentrato sulle prossime partite delicate di Serie A e Champions League“.

“La gara d’andata contro il Porto è stato un bel banco di prova – continua-, ma naturalmente non basta. Non possiamo fare i finti modesti, le sue qualità sono innegabili, ma ovviamente non si deve fermare perché non ha ancora fatto nulla. Dovrà confermarsi nel resto della stagione e poi nei prossimi anni. Se si ferma ai due gol al Porto siamo all’inizio della fine. Il derby? Ho l’adrenalina a mille. Il derby è sempre una partita speciale, a Roma poi si respira un’atmosfera fantastica. Nicolò è carico, ma spero che sia più rilassato di me”.

QUI LA NOTIZIA ORIGINALE

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News