Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Corriere dello Sport, Il silenzio sul contratto agita Dzeko

I tre motivi del nervosismo del bosniaco

Un’esultanza irrefrenabile stava per costare il derby a Dzeko, è arrivato per fortuna Morgan De Sanctis a contenere la foga del centravanti, che avrebbe rischiato la seconda ammonizione e l’espulsione. Di Francesco ha attribuito il nervosismo del bosniaco all’idiosincrasia con il direttore di gara, ma i suoi atteggiamenti lasciano intuire come non fosse sereno sin dal principio.

La prima motivazione di ciò è una stagione che, a livello di rendimento personale, non lo soddisfa. La seconda è legata all’avvicinamento di una partita fondamentale come quella con il Porto, che potrebbe diventare la sua ultima in Champions League se la stagione dovesse andare male. La terza, e più importante, riguarda il contratto. Lui ha già dimostrato di trovarsi bene a Roma, ma dopo delle voci che volevano un prolungamento fino al 2021, più nulla. Monchi lo ha rassicurato, ma anche il futuro della panchina e della direzione sportiva lo inquietano.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa