Resta in contatto

News

Lazio, Diaconale: “Annullata la visita della sindaca Raggi a Formello. Alimenterebbe troppe polemiche”

Il responsabile della comunicazione del club biancoceleste: “Stadio? La presidenza ha un progetto. Se va avanti quello della Roma, deve andare avanti anche quello della Lazio”

Arturo Diaconale, portavoce della Lazio, ha rilasciato una lunga intervista all’emittente radiofonica Lazio Style Radio.“Ci sono state le proteste di alcuni tifosi che si sono lamentati per la partecipazione della Raggi all’inaugurazione di un nuovo centro della Roma. C’era anche Conte che ha dichiarato di essere tifoso romanista. In realtà già prima di questo avvenimento era stata fissata una visita ufficiosa della sindaca Raggi a Formello giovedì per consegnare una maglia al suo bambino. Per non alimentare polemiche prima del derby, credo sia opportuno annullare questa visita in via ufficiosa e fissarne una ufficiale per la ristrutturazione del centro sportivo a Formello. Per par condicio credo sia giusto farlo, per superare le incomprensioni che ci possono essere state in questi giorni. L’invito sarà l’occasione per riproporre la realizzazione dello Stadio delle Aquile e per fare anche un’altra proposta, quella della realizzazione di un busto del fondatore, Luigi Bigiarelli, in piazza della Libertà. Ci sono degli iter lunghi da rispettare al riguardo ma abbiamo l’intenzione di farlo. Stadio? La presidenza ha un progetto per lo stadio di proprietà. È un progetto completo. Se va avanti quello della Roma, deve andare avanti anche quello della Lazio”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News