Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

La Gazzetta dello Sport, Kolarov è l’anti-eroe dei due mondi

Il serbo giallorosso col passato in biancoceleste: che derby per lui

Che non possa essere una gara come le altre per Aleksandar Kolarov, lo dicono anche i numeri: infatti negli ultimi 50 anni è stato l’unico a segnare al derby sia con la maglia della Roma sia con quella della Lazio. Ma il serbo è stato anche uno dei pochi a mettere d’accordo romanisti e laziali su una cosa: spesso non è simpatico ai tifosi.

Il tifoso serbo lo sa, magari gli dispiace anche, ma non ha mai rinnegato il suo carattere. Nello spogliatoioperò non ha mai avuto problemi visti i rapporti con Dzeko e De Rossi, amici veri che lo hanno supportato. “Quando ho ricevuto la chiamata della Roma non ho avuto dubbi – ha spiegato Kolarov -. So che inizialmente a qualcuno il mio passato alla Lazio ha dato fastidio, ma io non mi guardo mai indietro”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa