Resta in contatto

Edicola

L’Edicola, Manolas c’è. Dzeko e Zaniolo per salvare la panchina di Di Francesco

Tutta la rassegna stampa in un click

Di Francesco nelle ultime ore sta facendo di tutto per caricare la squadra in vista dell’importantissima gara contro il Porto.
Per il tecnico giallorosso potrebbe essere l’ultima partita sulla panchina della Roma, in caso di eliminazione dalla Champions, e per evitare che questo accada, si prepara a schierare la migliore formazione possibile: molte le scelte obbligate, tra cui la presenza dal 1′ di Manolas, probabilmente in coppia con Marcano, che conosce molto bene l’impatto che lo stadio portoghese potrà avere. In attacco, i giallorossi si affideranno a Dzeko e Zaniolo: il giovane talento giallorosso farà da spalla al bosniaco per trovare i gol indispensabili per la qualificazione.

Vincere non significherebbe solo confermare Di Francesco fino a giugno, ma anche portare nelle casse giallorosse quei 15 milioni di euro circa, utili per risanare l’eredità che potrebbe rilasciare Monchi in caso di addio. Questi 15 milioni già basterebbero per coprire gli ingaggi di Dzeko e Pastore, i due più pagati. Ma utili anche per provare a portare Federico Chiesa nella capitale a giugno, nuovo obiettivo dei giallorossi.

Intanto ad Oporto sono state aumentate le misure di sicurezza in vista dei 2500 romanisti che stanno arrivando nella città portoghese. Arbitrerà il turco Cakir.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Edicola