Resta in contatto

Edicola

L’Edicola, Inizia l’era di Totti e Ranieri. Pallotta fa piazza pulita e punta alla Champions League

Tutta la rassegna stampa in un click

IL CORRIERE DELLO SPORTA Trigoria non c’è nessun tifoso giallorosso ad attendere Claudio Ranieri, ma il suo ritorno sulla panchina della Roma non lascia indifferenti i romanisti, soprattutto coloro che lo hanno visto crescere tra le vie di Testaccio. C’è chi tra i banchi del mercato ha la sua foto appesa accanto a quella di Totti e spera che il testaccino possa essere l’uomo della provvidenza.

Qualcuno però, come Enzo, il pizzicarolo, ha una leggera diffidenza: “Le minestre riscaldate non mi sono mai piaciute, anche se la sua romanità forse può aiutare i giocatori a ritrovarsi“. La speranza dei più è che il nuovo tecnico possa ripetere il miracolo sportivo di Leicester, perché ormai l’unico obiettivo stagionale è rimasto la qualificazione alla Champions League.

LA GAZZETTA DELLO SPORT – Le lacrime di Florenzi al Do Dragao hanno fatto il giro d’Europa, la mattina successiva, in aeroporto, per Florenzi è stato difficile incontrare i tifosi, ancora più difficile tornare a casa e rendersi conto che quello che era successo non solo era tutto vero, ma era anche l’apice di un percorso sempre più complicato. Pensieri negativi che sono durati lo spazio di qualche ora.

Certo, il 24 aprile del 2017, quando ha iniziato la sua avventura, forse Monchi conosceva troppo poco una piazza che, stremata dalle promesse, non era in grado di pazientare. Il saluto dello spagnolo però è elegante«Mi sono innamorato subito della Roma e vi ho messo tutto me stesso. Il futuro non l’ho deciso. È il momento di ricordare le cose belle. Spero che arrivi fra le prime 4. So che non abbiamo raggiunto tutti i risultati per cui abbiamo lavorato e talvolta ci siamo scontrati, ma sarà impossibile dimenticare Roma».

Ritiro Roma Trigoria
Nella foto: Monchi
(Foto Gino Mancini)

Sbarcato poco dopo le 10 a Ciampino, Ranieri si è recato nella sua elegante casa di viale Buozzi per poi andare appunto nel centro sportivo per firmare il contratto, che lo legherà al club fino a giugno per un ingaggio di circa un milione e – senza porre limiti alla provvidenza di un rinnovo – anche la promessa di entrare nello staff dirigenziale. «Tornare a Roma per me significa tanto, tutto.

IL MESSAGGERO – Sarà complicato per Claudio Ranieri far fronte all’emergenza che ha decimato la squadra in vista della partita contro l’Empoli. Sono 8 i calciatori che non potranno essere a disposizione del nuovo tecnico per infortuni e squalificheMonchi. L’esonero di Di Francesco e l’ingaggio di Ranieri, i rapporti azzerati con Pallotta (non è un caso che ieri nel comunicato ufficiale a ringraziare il ds sia stato il Ceo Fienga e non il presidente) più la sensazione iniziale, ormai divenuta certezza, che ogni sua decisione dovesse ricevere l’avallo del consigliere di Londra (Baldini, ndc), gli hanno fatto fare in anticipo un passo indietro. L’ex ds ha affidato ai social il suo commiato: «C’è voluto un secondo per scegliere la Roma, sarà impossibile dimenticarla».

IL CORRIERE DELLA SERA – Sono felice di essre tornato a casa. Quando la Roma ti chiama è impossibile dirle di no“. Come scrive il Corriere della Sera, queste poche parole bastano a spiegare i motivi del ritorno di Claudio Ranieri a Trigoria. Il tecnico di Testaccio è arrivato ieri mattina a Roma e dopo un rapido passaggio nella sua casa ai Parioli e uno a Villa Stuart, si è diretto al Fulvio Bernardini a firmare il contratto da un milione di euro che lo legherà ai giallorossi fino a fine stagione.

Ci vogliono tanto coraggio e amore per accettare un’eredità così. La Roma presa in corsa da Claudio Ranieri è una squadra depauperata nel fisico, nel morale e nella tattica. Ieri c’è stata una sfilata di giocatori a Villa Stuart: Daniele De Rossi starà fuori almeno un mese per un infortunio al polpaccio destro; Manolas e Lorenzo Pellegrini, out rispettivamente per un problema al soleo e per uno al bicipite femorale, sperano di recuperare per Roma-Napoli del 31 marzo.

28/04/2018 Roma vs Chievo (Serie A) Sport; Calcio;
Nella foto: PALLOTTA A FINE PARTITA ENTRA IN CAMPO
(Foto Gino Mancini)

Dai progetti internazionali per conquistare il mondo alla romanità più spinta come unica speranza per non affondare. Come scrive il Corriere della Sera, è questo il percorso della Roma di James PallottaRanieri ha firmato ieri per la sua seconda avventura: un milione di euro per 12 partite e un miracolo da compiere.

LA REPUBBLICA – Un milione di euro più bonus per dodici partite, oltre 83mila euro a partita. Tanto guadagnerà Claudio Ranieri, il restauratore di una Roma in ginocchio che continua a perdere i pezzi. Solo tra ieri e giovedì, 10 addii: vittime di una rivoluzione a cui il termine ristrutturazione sta decisamente stretto se pure l’ex dg Baldissoni, promosso vicepresidente, ha lasciato le deleghe sportive.

Lo immaginava Ranieri che non sarebbe stato semplice. In totale sono 8 gli assenti, tra infortuni e squalifiche, situazione che complica le prove di 4-4-2, modulo che il tecnico predilige. Le tegole sulla testa di una Roma che si prepara ad affrontare le ultime dodici partite di campionato. L’ultimo colosso a cadere è stato Manolas, out per tre settimane a causa di una lesione al soleo del polpaccio destro.

IL TEMPO – Questo si legge in merito all’episodio del possibile rigore su Schick in Porto-Roma: “L’arbitro Cakir si trovava vicino all’azione e ha visto il potenziale episodio dal vivo, non ravvisando alcun fallo. Tuttavia, ha deciso di ritardare la ripresa del gioco per dare più tempo al VAR di rivedere l’azione dalle varie angolazioni. È stato effettuato un controllo e le immagini sono state studiate attentamente, ma la VAR non ha rilevato prove evidenti. Non vi erano i presupposti per il suo intervento e per l’on field review“.

Il futuro nelle mani esperte di Claudio Ranieri. Come scrive Il Tempo, il tifoso-allenatore è pronto a prendersi carico della Roma. Il suo primo allenamento non è stato però illuminante, dato che a disposizione aveva solo 7-8 giocatori, e allora la sessione di oggi, che inizierà alle 11, darà qualche indicazione in più. Nelle prossime ore sono attesi anche Benetti, fidato vice, e Cornacchia, ex compagno a Cagliari e Napoli.

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Edicola