Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Roma, Moggi: “Pallotta si fa consigliare da incapaci, è questo il problema della squadra”

“La Roma ha più peso politico della Lazio”

Luciano Moggi torna a parlare della Roma. Questa mattina l’ex dirigente della Juventus è intervenuto ai microfoni di Radio Radio e, oltre a parlare della sua ex squadra, si è soffermato anche sul ritorno di Ranieri sulla panchina giallorossa, senza però evitare di pungere il presidente James Pallotta. Ecco le sue dichiarazioni:

“Il ritorno di Ranieri a Roma? Non c’è bisogno di descriverlo: un allenatore che va lì per 3 mesi dicendo che ha amore per la città… accettarlo è fuori dubbio. Roma-Empoli della settimana passata, però, ha messo in mostra i problemi. Sarri probabilmente potrebbe essere l’allenatore del prossimo futuro. Ma c’è una certezza: non capendo di calcio, questo presidente (Pallotta, ndr) da Boston si fa consigliare da consiglieri incapaci. Questo è il succo di una squadra che non va mai al di là di alcune cose. Fa il normale, che in questo caso potrebbe portarla anche ad arrivare al quarto posto. Ma attenzione: a quanti punti dalla prima e dalla seconda? Questo va valutato. È un presidente che evidentemente dà retta a gente che capisce poco di calcio.

Tra Roma e Lazio chi merita di più la Champions?
Come organizzazione sicuramente la Lazio. I biancocelesti hanno un presidente sempre attivo, ha un ds, Tare, che è uno dei migliori del nostro campionato. Hanno una buona squadra. Il peso politico potrebbe essere più della Roma che della Lazio, però sicuramente entrambe saranno in lizza per tentare di andare in Champions o in Europa League.

27 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

27 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News