Resta in contatto

Rassegna Stampa

Il Corriere dello Sport, Ancelotti: “Roma è un pezzo importante della mia vita, mi è rimasta nel cuore”

“Insigne salta solo la Roma”

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, in vista della gara contro la Roma ha rilasciato alcune dichiarazioni al quotidiano Corriere dello Sport. Queste le sue parole:

In questi giorni ha dovuto fronteggiare diversi problemi…
Io non sento l’emergenza. Ho un numero ridotto di giocatori, ma ci sono quelli che bastano per giocare come sappiamo e come penso faremo: dalle Nazionali sono rientrati tutti in salute, chi stava male si è ripreso.

Insigne però si è fermato…

Sarà disponibile con l’Empoli. Il problema è minimo, un contrattempo, come testimoniato dall’ecografia. Con l’Arsenal ci sarà.

Fabin Ruiz l’ha lasciato soffrire.
Ha smaltito l’influenza che gli è costata la Nazionale e qualche giorno di ospedale, ma è pronto, si è allenato bene come gli altri. Mi lasciano tutti buone sensazioni. Sento che faremo una grande prestazione con la Roma.

Vietato pensare all’Arsenal.
Sarebbe da folli farlo. Noi dobbiamo innanzitutto consolidare il secondo posto, trovare i punti che ci servono e anche l’autostima che arriva attraverso il gioco.

Si emozionerà ancora rientrando all’Olimpico?
Roma ha rappresentato un periodo importante della mia vita, ci sono stato otto anni, quando ero giovane e mi è rimasta nel cuore, al di là degli infortuni subiti.

22 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

22 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa