Resta in contatto

Rassegna Stampa

GaSport, “Ora la Roma non ha dubbi, c’è De Rossi nel futuro”

A fine stagione il capitano potrebbe prolungare il contratto fino al 2020

Futuro. Una parola che porta lontano, soprattutto in una Roma da sempre abituata a spostare in avanti le lancette della felicità. E allora c’è un futuro chiacchierato – quello che parla di emiri del Qatar nell’azionariato del club (ma fioccano le smentite di Trigoria) – e poi c’è un futuro possibile – quello che porta al portoghese Campos come d.s. utile a condurre in dote sua maestà Mourinho (e Trigoria smentisce anche questo ultimo punto).

Infine c’è un futuro che invece si può sovrapporre al presente e che porta all’immagine di Daniele De Rossi. Ormai infatti non è più in discussione il desiderio del capitano giallorosso, cioè prolungare ancora di un anno il suo rapporto con la Roma. Con la dirigenza il rapporto è ottimo e a fine stagione il nuovo matrimonio potrebbe essere celebrato per allungare l’avventura di una vita fino al 2020. L’unico discrimine potrebbe arrivare solo dal fisico, che negli ultimi anni ha fatto soffrire De Rossi, tant’è che, se si escludono le sue due prime stagioni under 20, mai aveva giocato così poco come quest’anno finora (20 presenze). A frenarlo i problemi al polpaccio e, soprattutto, alla cartilagine del ginocchio destro, ma se da qui alla fine della stagione non ci saranno ricadute, nulla fermerà il nuovo accordo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa