Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

GaSport, “Kluivert, spinta Ajax per l’olandesino: “La Champions la prendo a Roma””

L’ala giallorossa parla della Roma e del suo passato nella capitale olandese

Ieri dopo l’allenamento Justin Kluivert si è rilassato con alcuni amici. Per lui non è stato facile lasciare Amsterdam, anche perché tutti gli dicevano di non farlo. Lui però ha voluto la Roma con tutte le sue forze e ora lotta per una b diversa rispetto a chi, pochi mesi fa, giocava con lui all’Ajax.

L’olandese in un’intervista ad un tabloid orange ha parlato proprio dei suoi ex compagni di squadra: “E’ meraviglioso quello che stanno facendo, ma io non ho rimpianti. Ho scelto la Roma, è inutile dire cosa avrei fatto se fossi rimasto ad Amsterdam. Se l’Ajax vince sono felice, sono dei combattenti e io uguale, non mi arrendo facilmente“. I numeri della sua stagione, 30 partite di cui 24 in campionato, dicono che corre tanto e lo dimostrano i tocchi in campo, praticamente in ogni zona del campo. Il processo di maturazione è ancora lungo, lui lo sa ma non si abbatte. Justin crea tante occasioni (28 con una media di 1.17 mentre la media del ruolo è di 0.93), crossa il doppio rispetto agli esterni in Serie A (2 di media a partita, quella del ruolo è di 0.99), ma verticalizza poco, 2.08, contro i 4 del ruolo. Il suo grande problema è che tira poco, 0.29 di media, e ha una percentuale di realizzazione appena del 7%. Alla Roma non resta che aspettare il suo talento.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa